VALIUM - una commedia anti stress

da mercoledì 09 ottobre a domenica 27 ottobre 2019
al TEATRO DELLA COMETA

di Alessandro Sena

con Stefano Antonucci, Giorgio Carosi, Marine Galstyan, Raffaele La Pegna, Cristiano Leopardi, Giada Lorusso, Valeria Romanelli, Vittoria Rossi, Francesco Sgro

assistente alla regia Simonetta Di Coste

regia Alessandro Sena

Un gruppo di attori si prepara per il debutto di un nuovo spettacolo di cui è autore e regista un giovane ragazzo alle sue prime esperienze con una compagnia teatrale: attrici raccomandate da personaggi molto noti, attori particolarmente stravaganti, segretarie in piena crisi di nervi e melliflui produttori, diventano inaspettatamente i protagonisti delle sue giornate, nelle quali un Valium potrebbe essere la soluzione efficace per calmare l’agitazione che lo anima e sedare gli stati d’animo dei protagonisti. A rendere tutto difficile, ma anche divertente, una serie di imprevisti che da problemi diventano opportunità attraverso l’arrivo di improbabili quanto singolari personaggi che mettono a dura prova i piani di lavoro del giovane autore fino a compromettere il debutto dello spettacolo.

Valium è un testo divertente, una commedia anti stress scritta e diretta da Alessandro Sena che porta in scena “il teatro nel teatro”, modalità nella quale gli attori si muovono con grande naturalezza e dinamismo grazie a uno spettacolo che ruota intorno alla figura dell’artista e ai compromessi che è costretto ad accettare per poter fare il proprio lavoro. Ed è proprio il “compromesso” l’elemento centrale di tutta la pièce che si apre con una riflessione su “cosa” ogni giorno accettiamo senza esserne consapevoli: per vivere, per amare o per trovare un posto sotto la migliore luce, così come sono costretti a fare i protagonisti della commedia. Uno spettacolo dai ritmi serrati dove la musica gioca un ruolo importante nel permeare un respiro fra le singole scene che si consumano sotto il disegno di una scenografia che restituisce un ambiente reale, come può essere quello di un teatro in allestimento, capace di svelare agli spettatori i segreti di un dietro le quinte spesso celato ai loro occhi, con il potere di evocare in colui che guarda una diretta simbiosi con quanto succede sulla scena. I costumi dello spettacolo, realmente d’epoca, sono espressione degli anni in cui la trama si svolge, scelti per il potere di raccontare il temperamento dei protagonisti e trovare un effetto nostalgia negli occhi di chi guarda.