Spettacoli Tirso

con Paola Tiziana CRUCIANI e Alessandra COSTANZO

Due sorelle zitelle, Addolorata e Rosaria, offese da una natura ingenerosa, trascorrono la propria esistenza in un continuo, e involontariamente comico, scambio di accuse reciproche.
Un battibecco infinito che non conosce sosta. Qualsiasi avvenimento diviene argomento di discussione. Rosaria domina, Addolorata subisce.
Finché un giorno Rosaria viene colpita da un ictus. Gravemente menomata è assistita da Addolorata, che finalmente può vendicarsi dei soprusi subiti per tutta la vita dalla sorella…
Un’altra divertente commedia di Gianni Clementi, scritta apposta per le due attrici protagoniste, vincitrice della rassegna “Attori in cerca d’autore” di Ennio Coltorti, che ne ha curato la regia. Ancora una volta Gianni Clementi riesce a commuoverci e divertirci, disegnando storie di vita comune.

 

 

Regia di Stefano FABRIZI

con Nadia RINALDI Marina MARCHIONE Elettra ZEPPI

Quando finisce una storia d’amore come finisce la storia di Dada l’unico modo per uscirne fuori è chiedere aiuto alle persone più care, agli affetti, ai tuoi amici, 
alla tua migliore amica…
La tua migliore amica Lena…Dada parla, piange, ride si contraddice, Lena ascolta, s’incuriosisce, si adira, le due inconsciamente partono per un viaggio nell’universo degli amori, dei rapporti, rivivono comicamente la conoscenza dell’uomo, i primi passi di una storia, e la fine della stessa…accompagnati da un terzo incomodo…la nostra gelosia…che ci rende vivi, ridicoli, e così felicemente insopportabili…tante domande e un finale inaspettato

 

Regia di Pino AMMENDOLA

con Pino AMMENDOLA Massimo CORVO

"A Natale divento gay" è una classica commedia degli equivoci. Peppino è un impenitente donnaiolo di mezza età con una giovane fidanzata gelosa quanto 'burina'. Non è ricco ma confida in uno zio che ha fatto fortuna in America con una catena di pizzerie e che ha promesso di cedergli la sua lucrosa attività per ritirarsi. C' è un solo piccolo neo nel suo piano... Ha fatto credere allo zio di essere gay esattamente come lui. Comunque la sua vita scorrerebbe tranquilla se non fosse che a Natale lo zio arriva a Roma per conoscere il suo compagno e benedire la loro unione. Inutile dire che Peppino sarà costretto a convincere un amico di fingersi il suo compagno. Questo scatenerà una serie di esilaranti equivoci ed un finale assolutamente imprevedibile.

 

 

Regia di Danilo DE SANTIS

con Danilo DE SANTIS Roberta MASTROMICHELE

Attilio sta per uscire con colei che ritiene essere la donna della sua vita. E’ pronto a vivere la serata perfetta con la donna perfetta. Ma sotto casa di Sofia incontra Serena che ha urgente bisogno di scoprire se il suo ex è ancora innamorato di lei. Due strade che si incrociano “casualmente” possono condurre ad un inevitabile rotta di collisione. Una commedia sul destino e sull’amore. Momenti di irresistibile comicità e riflessione sull’interrogativo: Se è vero che il cielo ci invia dei segnali, siamo davvero sicuri di interpretarli nel modo giusto?
E allora che fai “SALI o SCENDO?” 
Una scelta che potrà cambiare il percorso dei due cuori.

 

Regia di Piero MORICONI

con Andrea RONCATO Angela MELILLO Moreno AMANTINI Valentina PAOLETTI

Lucio (Andrea Roncato) giunto ormai in un età in cui il bilancio con la vita ed il proprio passato irrompe con prepotenza, passa il suo tempo davanti allo specchio.  Croce e delizia della sua vita. Allontanato dalla sua famiglia molti anni prima, partì da un paese del sud con una valigia piena di sogni e voglia di cambiamento. Il teatro, recitare, evolversi. Questo era il suo unico obiettivo. Accettava qualsiasi ruolo. E nonostante questo la sua carriera di attore finì molto presto. Ma con l’evolversi della società e la nascita di club di un certo tipo finalmente cominciò ad esibirsi in pianta stabile nel genere di locali dove era se stesso e poteva essere libero di vivere la sua vera natura. Tenuta gelosamente nascosta conoscendo il male che i pregiudizi potevano fare. Appena arrivato nella grande città viene aiutato e sostenuto dalla sua migliore amica Rossella, prostituta romana verace e vera. 
Finalmente dopo tanti anni la famiglia di Lucio lo cerca. Finalmente di nuovo si interessano a lui. È La sorella a cercarlo per comunicargli che sua nipote Catina vorrebbe fare un viaggio nella grande città e quindi chiedono a lui ospitalità per la ragazza. Lucio non vuole rinunciare ad un’opportunità di ricongiungimento, ma non vuole nemmeno che la sua famiglia scopra quale tipo di vita è la sua. Così chiede a Rossella di aiutarlo ad inventare una vita diversa. Ma tutto precipita perché Catina è troppo curiosa e invadente. Lucio a disagio decide di mandarla via…fino ad arrivare alla grande rivelazione.

 

 

Regia di DADO

L’attore mette in scena una delle qualità più represse dell’individuo della società moderna:
L’impertinenza.
Il motivo per il quale quando un bambino parla tutti noi gli riconosciamo una spontaneità irresistibile è proprio perché è privo di sovrastrutture formali che lo rendono finto come la maggior parte delle persone che incontriamo.
Lo spettacolo è una ricerca da parte di un comico del linguaggio più puro è più libero possibile per raccontare con ironia quasi fanciullesca il suo punto di vista sul mondo!
Purtroppo dovrà fare i conti con un’educazione troppo cattolica, con le consuetudini piccolo borghesi della sua famiglia e con la paura del giudizio della suocera…del sud!